Attività

Riconoscimento stabilimenti (alimenti di origine animale)

 

A chi è rivolto l’obbligo di riconoscimento.

L'Operatore del Settore Alimentare (OSA) che produce, trasforma, confeziona o deposita alimenti di origine animale deve ottenere, per ciascuno degli stabilimenti posti sotto il proprio controllo e prima di iniziare l’attività produttiva, un riconoscimento formale da parte dell’Autorità sanitaria competente (Regione Piemonte), in conformità ai requisiti generali contenuti nel reg.CE 852/2004 e a quelli specifici contenuti nel reg.CE 853/2004, che si traduce nell'assegnazione di un numero di riconoscimento (approval number), più comunemente conosciuto come “Bollo CE”.

Come e quando si presenta un'istanza di riconoscimento.

Per sapere quali stabilimenti sono soggetti a riconoscimento, in quali fattispecie è richiesta una istanza/comunicazione formale all’ASL e come si presenta l'istanza consulta:

Entro quando occorre presentare l’istanza di riconoscimento.

  • Stabilimento di nuova attivazione (all.2): presentare istanza non appena la struttura risulta ultimata;
  • Altre istanze/comunicazioni: presentarle in tempi brevi rispetto alla variazione intervenuta (es. modifiche all'impianto, cambio di ragione sociale della Ditta, cessata attività dello stabilimento).

Quanto costa effettuare l’istanza di riconoscimento.

L’istanza/comunicazione deve essere corredata dall'attestazione di avvenuto versamento della tariffa prevista dall'Allegato 3 della D.G.R. n. 4-9933 del 03/11/2008. Si precisa che le tariffe sono omnicomprensive di tutte le attività istruttorie e dei sopralluoghi necessari al rilascio o alla modifica del provvedimento di riconoscimento.

Nel caso in cui la verifica da parte dell'ASL evidenzi non conformità tali da rendere necessari altri sopralluoghi oltre a quelli minimi previsti, si applica un'ulteriore tariffa pari al 20% dell'importo corrispondente.

Le modalità di pagamento sono visualizzabili al fondo del tariffario.

Come richiedere informazioni.

L'OSA può rivolgersi al Servizio Veterinario per richiedere un parere preventivo in merito ai requisiti dell’attività da avviare/modificare.

Si suggerisce di contattare preventivamente il personale del Servizio Veterinario che potrà fornire la necessaria assistenza.

Per maggiori dettagli sull'iter delle istanze/comunicazioni, si rimanda a quanto previsto dalla D.G.R. n. 4-9933 del 03/11/2008 e dalla D.D. n.715 del 04.11.2008 che forniscono indicazioni operative specifiche.

Sedi e orari

Lunedì: 9:00-12:00
Martedì: 9:00-12:00
Mercoledì: 9:00-12:00
Giovedì: 9:00-12:00
Venerdì: 9:00-12:00
Allegati

modificato 31/03/2022 - 10:23